Scottature solari ed eritemi: 5 rimedi per trattarli


All'affacciarsi della bella stagione, con le sue giornate luminose e il desiderio di godersi il sole e il mare, si presenta la necessità di prevenire e trattare eritemi e scottature solari. Non si tratta di meri fastidi ma di vere e proprie lesioni della pelle causate dall'azione dei raggi UV. È bene ricordare che una prolungata esposizione al sole può dare origine ad arrossamenti, irritazioni, dolore e persino ustioni.

Anno dopo anno, il ripetersi di comportamenti errati arreca danni seri e irreversibili alla cute, dal suo precoce invecchiamento alla comparsa di macchie antiestetiche sino a favorire, nei casi più gravi, l'insorgere di melanomi.

Ecco 5 consigli utili su come prevenire e trattare le scottature da sole.


scottature solari

1. Cause e fattori che favoriscono la comparsa delle scottature solari

Com'è noto, ogni persona presenta fototipi differenti, distinti in base alla quantità di melanina prodotta dall'epidermide. È questo il pigmento che protegge la cute dagli effetti dei raggi UV, producendo il piacevole fenomeno che chiamiamo abbronzatura. In dermatologia si distinguono 6 fototipi in relazione al colore di pelle, occhi e capelli. I soggetti caratterizzati da capelli e occhi neri e da pelle olivastra presentano una maggiore quantità di melanina e sono meglio protetti dall'aggressione del sole. Al contrario, quanti hanno la pelle lattea e lentigginosa, generalmente accompagnata da capelli biondi o castani e da occhi chiari, rischiano di concludere la giornata con arrossamenti e ustioni da sole.


2. Come prevenire e alleviare le scottature da sole

A qualunque fototipo si appartenga, occorre sempre rispettare alcune semplici regole, utili a contrastare l'azione nociva dei raggi UV. Queste semplici indicazioni costit

  • Esporsi al sole gradualmente, con sedute preventive di 15/20 minuti per volta.
  • Proteggere la pelle con creme solari ad alto fattore di protezione da spalmare più volte, soprattutto tra un bagno e l'altro.
  • Evitare di prendere il sole nelle ore più calde del giorno, tra le 10 e le 16. Questo è un consiglio specialmente importante per bambini e i neonati.
  • Indossare cappelli con la visiera, occhiali e abiti leggeri e traspiranti è utilissimo se si desidera rimanere più a lungo sulla spiaggia o uscire nelle ore centrali del giorno.
  • Preferire alimenti ricchi di beta-carotene, come le carote e i frutti a polpa gialla, che stimolano l'epidermide a produrre melanina.


3. Eritemi, scottature e ustioni: come identificarne gravità e sintomi

Distinguere tra eritemi e ustioni, riconoscerne tempestivamente i sintomi e sapere cosa fare per le scottature da sole è la via maestra verso una pronta guarigione. Vediamo dunque quali sono le loro caratteristiche. 
Se la pelle è arrossata e pruriginosa siamo di fronte a un eritema solare. Il fatto che i suoi sintomi siano piuttosto lievi non deve trarre in inganno: si tratta comunque di una lesione da medicare opportunamente.
Quando tale lesione riguarda strati più profondi della cute si parla di scottature solari o di ustioni, contraddistinte da secchezza ed esfoliazione della pelle, sovente accompagnata da vesciche, bolle e papule doloranti. La cute risulta inoltre molto infiammata, calda e sensibile al tatto. Se vengono interessate aree estese del corpo, possono insorgere mal di testa, febbre alta e nausea. In questo caso è necessario consultare un medico. L'eccessiva esposizione al sole, infatti, può associarsi a insolazioni e colpi di calore che compromettono la salute dell'intero organismo. Spetta quindi al medico definire il quadro clinico e intervenire eventualmente con antinfiammatori, antipiretici e antidolorifici.


4. Scottature solari: rimedi e buone abitudini

Cosa mettere sulle scottature da sole? Nel caso in cui si siano già verificate per accelerarne la guarigione sono disponibili, in farmacia, oli e creme dall'intensa azione lenitiva, nutriente e idratante. Prodotti ricchi di preziosi ingredienti naturali quali la malva, emolliente e antiossidante, la calendula cicatrizzante e l'aloe vera, le cui proprietà antibatteriche e antisettiche sono universalmente riconosciute. In questi casi, il farmacista sa offrire consigli preziosi e indicare cosa mettere sulle scottature da sole.
Si consiglia inoltre, per alleviare le scottature da sole, di bere molta acqua e assumere alimenti contenenti le vitamine A, E, C e  antiossidanti i quali contribuiscono a reidratare la pelle rapidamente. Angurie e kiwi, ananas e arance ne sono ricchi, così come i pomodori e gli spinaci.

5. Gli errori da evitare

  • È assolutamente sconsigliato recarsi al mare o esporsi ai raggi UV nei giorni successivi alla comparsa delle lesioni cutanee.
  • Grattarsi o strofinare la pelle con l'asciugamano può provocare ulteriore irritazione e arrossamenti. Dopo il bagno o la doccia è bene, invece, tamponare la pelle con delicatezza, adoperando spugne o tessuti morbidi.
  • Manipolare o rompere eventuali bolle e vesciche aumenta il rischio di infezioni e può infiammare l'epidermide già stressata dalle scottature e dagli eritemi solari.


Conclusioni

La pelle è un organo delicato e molto importante per la salute di tutto l'organismo. È la nostra prima barriera contro gli agenti patogeni, interviene nella regolazione della temperatura corporea, è la sede di innumerevoli terminazioni nervose. Il suo benessere è, dunque, essenziale. Occorre ricordarlo sempre quando ci si espone al sole. La bellezza dell'abbronzatura, la carezza benefica del sole, il relax che una giornata al mare sa donarci devono essere accompagnati da comportamenti prudenti e dal rispetto di quelle semplici regole che fanno del sole un prezioso alleato.

Designed by Freepik

Designed by rawpixel.com / Freepik